Ca' Pesaro

Ca' Pesaro

THE VENICE GLASS WEEK 2018

Programma

Venezia, 9 – 16 settembre 2018

Torna il festival internazionale dedicato all’arte vetraria, con oltre 180 diverse iniziative in programma, tra mostre, visite guidate, conferenze, workshop, spettacoli, attività didattiche.

Comune di Venezia, Fondazione Musei Civici di Venezia, Fondazione Cini/LE STANZE DEL VETRO, Istituto Veneto e Consorzio Promovetro Murano presentano la seconda edizione che dal 9 al 16 settembre coinvolgerà tutte le principali istituzioni cittadine, con diverse novità

Sono più di 150 le realtà, per un totale di oltre 180 eventi tra Venezia, Mestre e Murano, che dal 9 al 16 settembre 2018 parteciperanno alla seconda edizione di The Venice Glass Week, il grande festival internazionale dedicato all’arte vetraria, nato per celebrare la risorsa artistica e produttiva per cui la città lagunare è rinomata a livello globale: il vetro.

Anche quest’anno l’iniziativa, promossa dal Comune di Venezia e ideata da tre fra le principali istituzioni culturali veneziane che da anni lavorano sul tema – Fondazione Musei Civici di Venezia, Fondazione Giorgio Cini, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti – e dalla più importante realtà associativa di settore, il Consorzio Promovetro Murano, gestore del marchio della Regione del Veneto Vetro Artistico® Murano, ha attratto moltissime adesioni, segnalando un incremento del 20% rispetto alla prima edizione del festival.

Centinaia sono state infatti le richieste pervenute che sono poi state selezionate dal comitato scientifico introdotto quest’anno, presieduto dalla storica del vetro veneziana Rosa Barovier Mentasti, e composto dai critici e curatori Chiara Bertola e Jean Blanchaert, dalla giornalista Uta Klotz, direttrice della rivista tedesca Neues Glas e dal chimico Marco Verità, docente universitario esperto nella composizione di materiali vitrei. Le numerosissime richieste, provenienti da fondazioni, gallerie d’arte, istituzioni museali – tra cui si segnala l’adesione da quest’anno di Peggy Guggenheim Collection, di Palazzo Fortuny e del Museo di Storia Naturale -, enti culturali, università, istituti di formazione superiore ma anche vetrerie, fornaci, aziende, artisti e privati collezionisti italiani e stranieri, confermano la grande vivacità della scena artistica, culturale e produttiva in città e l’attrattiva di un tema così sentito anche all’estero.

Il programma del festival diffuso The Venice Glass Week sarà composto dalle iniziative più variegate e disseminate in tutto il territorio, che quest’anno estende anche alla terraferma i suoi confini, vedendo Mestre tra i suoi centri nevralgici, insieme a Venezia e Murano. Le iniziative – per la maggior parte a ingresso gratuito – mostre, visite guidate, convegni, seminari, premiazioni, proiezioni, attività didattiche, gare podistiche tra le fornaci, feste, aperitivi e fornaci aperte avranno tutte come tema principale il vetro artistico e si rivolgeranno a pubblici di tutte le età.

 

IL PROGRAMMA DI CA’ PESARO – GALLERIA INTERNAZIONALE D’ARTE MODERNA

Installazione
Giberto – Putto dormiente, una scultura in vetro
Dal 9 al 16 settembre 2018, dalle 10 alle 18, chiuso il lunedì

Un putto in marmo dall’espressione soave e dalla posa tenera che da sempre veglia come centro tavola sulla famiglia Arrivabene. Giunto per linea ereditaria dai Papadopoli, grandi collezionisti, esso è probabilmente ascrivibile alla cerchia di Bartolomeo Ferrari. Il piccolo marmo ha da oggi anche una copia in vetro muranese, grazie al complesso passaggio della cera persa già sperimentato da Giberto Arrivabene con precedenti capolavori della scultura. In occasione della Venice Glass Week 2018, la versione in vetro del putto sarà presentata negli spazi di Ca’ Pesaro in un proficuo dialogo con la collezione del museo.


 

Giberto – Lecture, Sculture classiche senza tempo, l’eternità del vetro
Sede: Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna
13 settembre 2018, orario da definire

Gabriella Belli, Direttore della Fondazione Musei Civici di Venezia, dialoga con Adam Lowe, fondatore di FACTUM ARTE, società leader nel mondo digitale per la riproduzione digitale di facsimili, e Giberto Arrivabene, designer che ha sperimentato la tecnica millenaria della fusione a cera persa nella realizzazione di repliche in vetro di capolavori del passato. Un processo articolato che era stato oggetto anche di una sezione curata dal Victoria & Albert Museum alla Biennale di Architettura di Venezia nel 2016 (A World of Fragile Parts).

 

 

 

Scopri il programma completo dei Musei Civici di Venezia > 

Per informazioni e per scoprire il programma generale: